La diga di gomma, l‘irrinunciabile strumento di ogni dentista

La diga di gomma, l‘irrinunciabile strumento di ogni dentista

La diga di gomma è l’unico strumento che aiuta l’odontoiatra a isolare‚ proteggere e mantenere pulito il campo di lavoro‚ azione necessaria per tutelare la salute del paziente.

La diga è costituita da un foglio di gomma su cui vengono applicati dei fori‚ attraverso i quali si fanno passare i denti che bisogna isolare. Poi‚ per mezzo di uncini metallici elastici e anatomici‚ il foglio viene fissato ai denti e viene tenuto in tensione da un arco metallico o di plastica. 

L´utilizzo della diga di gomma ha origini davvero antiche.

La sua invenzione‚ risalente al 1864‚ si deve al Dottor Sanford Christie Barnum‚ un dentista di New York che sentì la necessità‚ durante i suoi interventi‚ di proteggere il campo di lavoro dalla saliva servendosi di un foglio di gomma forato posto attorno al dente da curare.

Successivamente‚ l´invenzione andò perfezionandosi grazie a personalità come White‚ Palmer‚ Stokes ed Elliot che migliorarono l´esperienza nata con il Dr. S. C. Barnum‚ introducendo una pinza foradiga e un set di uncini metallici dedicati ai vari denti‚ così da consentire allo specialista di lavorare con maggior accuratezza.

Il trattamento di elementi dentari effettuato senza l’ausilio della diga di gomma non può essere ritenuto corretto. 

Oggi la diga di gomma viene usata soprattutto in odontoiatria conservativa e in endodonzia: proprio in questi settori‚ è considerata un presidio irrinunciabile‚ tanto che‚ con ogni probabilità‚ il suo utilizzo verrà reso obbligatorio dalla normativa europea.

Purtroppo‚ non tutti gli odontoiatri sono a conoscenza del fatto che quello che sembra un "banale" foglio di gomma sia in realtà un vero e proprio "salvavita". Laddove manca l’uso della diga di gomma‚ non vi è sicuramente professionalità: come si può definire un "buon dentista" colui che‚ consciamente o no‚ mette a serio rischio l’integrità del paziente?

L’impiego di questo foglio di gomma deve essere una conditio sine qua non. Si tratta davvero di uno strumento essenziale: da un lato‚ permette al dentista di procedere mantenendo asciutte le cavità‚ così da avere la massima visibilità del campo operatorio e lavorare con elevata precisione; dall’altro‚ serve a salvaguardare l’incolumità del paziente‚ perché consente di eliminare ogni rischio di ingestione o aspirazione di materiali dentali‚ di irriganti e di strumenti (pericolo che‚ nei casi più gravi‚ potrebbe portare anche alla morte) ed evita che sopraggiunga il rischio di contaminazione da parte della flora batterica orale.

Grazie alla diga di gomma‚ il dentista sente di poter lavorare serenamente e con estrema scrupolosità garantendo assoluta sicurezza ai suoi pazienti.





Come possiamo aiutarti?