Diastema: pregio o difetto estetico?

Diastema: pregio o difetto estetico?

Molte sono le celebrità che presentano questa condizione‚ basti pensare alla regina del pop Madonna o al grande attore Eddie Murphy.

In realtà‚ la distanza che intercorre tra i due incisivi non sempre è vista come un difetto estetico‚ anzi‚ talvolta‚ può rivelarsi estremamente caratterizzante per l´individuo.
Certamente‚ tutto dipende dall´ampiezza del diastema‚ che‚ da semplice peculiarità‚ può divenire un vero e proprio problema funzionale. In generale‚ esso va considerato‚ comunque‚ al pari di un dente storto e può essere corretto.
Si interviene‚ essenzialmente‚ ricorrendo a trattamenti correttivi di ortodonzia oppure ad interventi con protesi specifiche.


Da cosa è causato?

Una prima determinante potrebbe essere legata alla presenza di un rapporto asimmetrico tra la dimensione dei denti e quella della mascella.
Anche la lughezza e lo spessore del frenulo gengivale possono provocare il diastema degli incisivi superiori. Il frenulo è il sottile lembo di tessuto gengivale che connette la mucosa alveolare alle labbra e‚ se è molto pronunciato e caratterizzato da un´attaccatura bassa‚ può divenire un ostacolo per l´avvicinamento spontaneo dei denti vicini.
Anche i tic infantili‚ come l´abitudine dei bimbi di succhiarsi il pollice‚ possono provocare la formazione del diastema già alla nascita dei denti da latte.

Può avere ripercussioni anche funzionali?

Come abbiamo accennato‚ il diastema influisce essenzialmente sull’estetica del sorriso e solo sporadicamente può avere ripercussioni funzionali. 

Per comprendere se sia necessario ridurre o addirittura eliminare lo spazio tra gli incisivi‚ bisognerà‚ quindi‚ rivolgersi al proprio odontoiatra di fiducia‚ che potrà valutare la situazione del singolo paziente e decidere se e come‚ eventualmente‚ intervenire.





Come possiamo aiutarti?